Si presenta Dusan Vlahovic con una conferenza stampa, nuovo giocatore della Juventus

Non c’è bisogno di una conferenza stampa per conoscere Dusan Vlahovic, l’attaccante serbo ora della Juventus prima della Fiorentina è noto come calciatore e per la sua passione per le automobili.

La Fiorentina lo ha scoperto e lo ha portato in Italia, la Juventus con la sua seconda squadra ha dei legami importanti, come raccontano alcuni giornali c’è stato un momento di aiuto per il Partizan. Dusan è figlio di una famiglia benestante, sognava anche di fare il dottore e, oltre al calcio, di passioni e hobby ne ha tante.

Pochissime squadre nella sua carriera, Fiorentina e l’inizio con la Juventus rappresentano due tappe importanti, dovrà dimostrare la sua forza nella Champions League. Una conferenza stampa di presentazione prima di giocare la prima partita con la Juventus però è obbligo perché deve ringraziare i nuovi tifosi, salute i viola e anche rispondere a chi il trasferimento in altra squadra non l’ha gradito.

Insomma, per alcuni che indossano la maglia della Fiorentina, il club ha cresciuto tanti giocatori importanti di Serie A e di livello internazionale, peccato che per tanti motivi poi vanno via perché ceduti, prestati oppure perché finisce il contratto. Stava succedendo proprio a Vlahovic, i viola non volevano perdere la possibilità di un affare, Dusan era certo di voler rimanere in Italia e non partire per i club inglesi che lo volevano.

La maglia numero sette al posto della nove

Proviamo a sintetizzare i punti importanti della conferenza stampa di Vlahovic (domande e risposte su tuttojuve).

Sulla maglia numero sette Vlahovic ha detto che non rappresenta niente. Tutti i numeri nella Juve sono importanti. In realtà, il sette era indossato da Cristiano Ronaldo e questo ha fatto scattare l’attenzione di tutti tifosi e non tifosi. Vlahovic specifica, l’ho scelta perché era vicina al 9. Il soprannome dell’attaccante è di fatto un codice: DV9.

Rappresenta un po’ la sua storia calcistica più importante considerando che dal Partizan desiderava già giocare nella Juventus.

Il 9 è indossato da Morata, calciatore in prestito riconfermato. Vlahovic a questo punti dice, tutte le maglie della Juve pesano, sono arrivato qui per mettermi a disposizione del mister per arrivare ai nostri obiettivi.

La cosa più importante è vincere. Di fatto, il tiro potente deve rispondere all’assenza di Chiesa e supportare nella logica strategica di Allegri Dybala, Bonucci e tutti gli altri giocatori rimasti, poi ci sono i nuovi da mettere in formazione.

Champions league, è lì che la Juventus non vuole fallire. Allenatore, giocaotori e staff chiamati ad una grande responsabilità

La prima partita che forse giocherà Dusan è contro il Verona, molti giornali e realtà che seguono lo sport lo inseriscono in formazione. Dopo ci sarà l’incontro con il Sassuolo in Coppa Italia e la partita di Serie A con la Juventus. In realtà, l’incontro più importante è la prima partita degli ottavi di finale Champions contro il Villarreal, 22 febbraio alle 21.00. Con https://www.bookmakersaams.eu/ potete scoprire le partite quotate e pronosticate.

Comments

(0 Comments)

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.