Sindrome del tunnel carpale: tutto ciò che c’è da sapere

Avrai sicuramente sentito parlare almeno una volta di problemi al tunnel carpale. Ma sai di preciso di cosa si tratti? Vediamolo insieme.

Tunnel carpale: info utili

Quando si parla di tunnel carpale si fa riferimento ad un passaggio molto stretto che è costituito dal legamento e dalle ossa della base della mano: nel tunnel carpale passano sia i tendini che il nervo mediano. Può succedere, per cause che andremo ad analizzare successivamente, che si verifichi un gonfiore (dei tendini per esempio) che restringe il tunnel e porta a comprimere il nervo mediano.

Ciò provoca un dolore, in alcuni casi davvero acuto, e una sensazione di intorpidimento della mano e del polso. Alle volte questa sensazione può protrarsi per tutto il braccio. La sindrome del tunnel carpale è probabilmente la più nota neuropatia, ovvero una malattia che riguarda i nervi periferici del corpo.

Generalmente, i sintomi si manifestano gradualmente: all’inizio può comparire un formicolio, alle volte invece un bruciore insistente, o magari una sensazione di addormentamento della mano e del polso, che si può irradiare anche fino alle dita. Soprattutto pollice ed indice sono spesso soggetti.

Se i sintomi peggiorano, però, può anche comparire un dolore che si irradia all’avambraccio e si può perdere parzialmente sensibilità e forza nelle dita.

Cura e terapia

La cura e la terapia per la sindrome del tunnel carpale va cominciata non appena lo consiglia il medico. Ovviamente ci sono cause più importanti, come il diabete o l’artrite, che andrebbero curate a dovere fin da subito. Generalmente, la riduzione di attività per mano e polso è la prima cosa su cui agire. È necessario evitare tutte le attività che potrebbero peggiorare i sintomi.  Se necessario, bloccare il polso per evitare ulteriori danni può essere la mossa giusta. È fondamentale evitare flessioni o torsioni, anche quando si dorme.

Tra i farmaci antinfiammatori che possiamo trovare in commercio e che risultano molto utili troviamo il Normast: questo grazie alla sua formulazione garantisce l’azione della molecola di Palmitoiletanolamide (PEA) la quale svolge varie attività utili, in particolare per quanto concerne il contrasto al dolore cronico e nevralgico. D’altronde, l’efficacia del trattamento con PEA è ormai consolidata ed è particolarmente utile contro dolori cronici: maggiormente utile rispetto a trattamenti analgesici tradizionali.

Tunnel carpale: possibili cause

Tra le possibili cause della sindrome del tunnel carpale troviamo una compressione o una irritazione del nervo mediano. Questa può essere dovuto a diverse cause, le quali richiedono una serie di indagini precise. Tra queste troviamo:

  • un ispessimento del legamento trasverso;
  • diabete;
  • insufficienza renale;
  • ipotiroidismo;
  • infiammazione dei tendini e delle guaine dei muscoli flessori (generalmente causata da un utilizzo eccessivo della mano durante attività lavorative manuali);
  • fratture del polso o del carpo;
  • predisposizione ereditaria;
  • neoformazioni (lipomi o cisti, per esempio).

Queste sono solo alcune delle possibili cause. Come detto, Va effettuata una diagnosi accurata. Tra gli esami più importanti troviamo l’esame elettromiografico-elettroneurografico (EMG/ENG). Questo è utile a comprendere la forza e i riflessi osteotendinei, nonché la sensibilità degli stessi.

Comments

(0 Comments)

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *