Gnonto, Donnarumma e Barella: parliamo dell’Italia impegnata nella Nations League

Gnonto, Donnarumma che nonostante un infortunio ad un dito della mano si rende disponibile contro l’Ungheria, Barella. Questi sono solo tre dei nomi che hanno partecipato alla partita contro la Germania nella Nations League.

Nuova sfida per l’Italia, terza edizione, nella seconda era arrivata terza. Posizione che l’ha portata al terzo gruppo (C) della Lega A, la Nations League ha un sistema di promozione e retrocessione un po’ come la Serie A e la Serie B.

La prima partita Nations League contro la Germania finisce con un pareggio uno a uno. Invece, l’Ungheria vince uno a zero contro l’Inghilterra. Di fatto, il prossimo avversario che incontriamo per la 34 volta in tutta la storia della maglia azzurra, è la prima ad aver vinto nel nostro gruppo. Infatti la troviamo con tre punti e al primo posto, noi terzi, Germania al secondo posto. Vediamo che cosa ha detto Mancini dopo la prima partita.

Mancini su Gnonto e Donnarumma.

Tante le domande fatte a Roberto Mancini, prima della partita ha affrontato il nodo dei nove giocatori che non hanno potuto giocare contro la Germania e anche la sconfitta contro l’Argentina. Questa prima partita anche se finita con un pareggio apre molti punti positivi per gli azzurri, tanti spunti sul futuro, sulla tattica e riflessioni sulla presenza di giocatori giovani, nuovi, poco conosciuti.

Si parte dai cambi, sono previsti, speriamo non troppi e controproducenti. Parla di Locatelli e poi dell’accoppiata strategica Cristante Esposito, insieme per un gioco da regista. Donnarumma, il mister non ha dubbi “Gigio per me è il miglior portiere d’Europa”, sull’infortunio dice che giocherà ma sarà da valutare in mattinata, quindi nonostante la positività di mister e giocatore bisogna vedere al momento della creazione della squadra.

Scamacca, diventerà un bravo centravanti, anzi ha tutto per esserlo già. Deve migliorare nello stacco ma è veloce, potente e tecnico. Gnonto, diciottenne che ha rinunciato ad entrare nell’Inter come giocatore professionista per entrare nello Zurigo. L’assistman della prima partita che ha permesso il goal del pareggio. Mancini dice ha 18 anni, nessuna pressione “per l’età che ha sa giocare a calcio come pochi altri giocatori, è molto veloce”. Dopo questa partita si è svegliato il calciomercato di Serie A, lo vogliono Sassuolo, Fiorentina e anche il Monza. Per ora il Sassuolo ha contatti con la squadra di provenienza.

Pronostici e potenziale formazione contro l’Ungheria

Italia Ungheria si giocherà martedì 7 giugno alle 20.45. Poi il ritorno a settembre, il 26, alle 20.45. La prima partita si giocherà presso lo stadio Dino Manuzzi. In attesa della conferma per la seconda sede di gioco. Abbiamo giocato contro l’Ungheria ben 34 volte, abbiamo vinto sedici volte, perso nove e pareggiato nove. E’ la prima squadra vincitrice del gruppo e nella prima giornata, ma abbiamo la superiorità di vittorie degli anni precedenti. Ultima vittoria molto tempo fa, nel 2001, ultima sconfitta nel 2007. Come squadra di casa secondo i bookmakers siamo favoriti. Analizzando 1 Win Scommesse è possibile vedere le quote 1×2, doppia chance di Italia Ungheria ma anche delle altre partite. Vediamo ora le potenziali formazioni.

  • Italia (4-3-3): Donnarumma; Florenzi, Acerbi, Bastoni, Dimarco; Frattesi, Cristante, Tonali; Gnonto, Scamacca, Pellegrini. CT: Mancini.
  • Ungheria (5-4-1): Gulacsi; Nego, Lang, Orban, At. Szalai, Z. Nagy; Schafer, Szoboszlai, A. Nagy, Sallai; Ad. Szalai. CT: Rossi.

Comments

(0 Comments)

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *