TAS (titolo antistreptolisinico o ASO test)

Il Titolo Anti Streptolisinico (in sigla TAS) studia la presenza di anticorpi contro una proteina prodotta da una classe di batteri, gli streptococchi di gruppo A. Questi batteri sono responsabili di varie infezioni che possono causare malattie delle pelle o delle vie respiratorie. Se non opportunamente trattate, queste infezioni possono degenerare in malattie piuttosto gravi a carico dei reni (glomerulonefriti) e del cuore (endocarditi). Fortunatamente queste condizioni sono oggi estremamente rare, dal momento che la diagnosi di infezione streptococcica è facilitata da semplici esami microbiologici e sierologici, come appunto il TAS, un esame che indica la presenza di anticorpi contro il batterio e quindi indirettamente suggerisce la presenza dell'infezione.
L'esame di laboratorio si effettua con un semplice prelievo di sangue a digiuno, ed i valori normali sono generalmente compresi tra 0 e 200 U/ml.
Elevati valori possono fornire utili indicazioni sulla presenza di infezione, sul decorso a seguito di una terapia antibiotica, sull'eventuale persistenza dello stimolo antigenico costituito dal batterio; bisogna tuttavia tenere presente che questo test studia la presenza degli anticorpi prodotti contro lo streptococco e non la presenza dello streptococco stesso: in altre parole il titolo anticorpale può mantenersi alto anche in pazienti che hanno ormai superato l'infezione a seguito di terapie antibiotiche.

Ultimo aggiornamento: novembre 2006

Ebook disponibile

Preleva
----------------------------------
Contenuti
---------------------------------

Descrizione. Un comodo volume da tenere a portata di mano per consultare rapidamente decine di schede relative ai principali esami di laboratorio, di cui viene spiegato il significato, l'utilità, i valori ritenuti normali. Il formato ebook è particolarmente utile a riguardo dal momento che consente una rapida ricerca per scheda oltre che per parole-chiave. Il taglio divulgativo rende comprensibili a chiunque le schede.
A chi si rivolge: pubblico, pazienti, studenti, operatori sanitari in genere (medici, biologi, infermieri).